Messina 1 marzo 2017 – Festeggia il CUS Unime che, nella quattordicesima giornata del campionato di terza categoria, si aggiudica il derby cittadino sul Cariddi e riacciuffa la terza posizione nella classifica generale.
Il 3-1 finale testimonia la diversità di valori tra le due formazioni in campo, nonostante la formazione ospite abbia ben interpretato la partita portandosi in vantaggio con De Salvo e tenendo lo 0-1 per tutto il primo tempo. Ne viene fuori una partita divertente e ben giocata da entrambe le parti, con i ritmi e l’agonismo che crescono notevolmente nella seconda frazione di gioco, quando il CUS Unime sale in cattedra e fa sua la partita. Due presunti fuorigioco fischiati ad Oliva rimandano
l’appuntamento con il gol degli universitari, ma poi, nel giro di cinque minuti ci pensa Di Bella con
una doppietta a far esultare i suoi, portando il CUS Unime dallo 0-1 al 2-1. Doppia soddisfazione
per il bomber cussino che raggiunge quota 10 marcature in campionato.
Da qui allo scadere i padroni di casa gestiscono bene il vantaggio e riescono anche ad aumentare
il vantaggio allo scadere, quando Al Hunati sigla su rigore la rete del 3-1 finale.
“Non posso che applaudire alla bellissima prova d’orgoglio dei miei ragazzi – dichiara a fine
incontro un soddisfatto mister cussino Roberto Smedile – nonostante lo svantaggio nel secondo
tempo abbiamo giocato una partita straordinaria, non solo per le tre reti segnate; abbiamo giocato
con grande padronanza del campo e tessendo delle belle trame di gioco. Non posso che essere
soddisfatto della prestazione. Adesso, però, subito concentrati per il prossimo incontro contro
Malfa”.
Raggiante anche il bomber cussino Fausto Di Bella, salito a quota 10 centri stagionali in terza
categoria: “Per un attaccante è sempre bello segnare ed essere stato già cosi prolifico mi rende
sicuramente felice. Questa doppietta, in particolare, è ancora più speciale perché ci permette di
rifarci per qualche punto di troppo perso per strada e ci permette di portare a casa 3 punti
importanti soprattutto dal punto di vista mentale”.
Con l’ultimo turno di campionato cambia anche la testa della classifica, con La Ludica Lipari che
sale a quota 30 punti e scavalca il Real Zancle, fermato in trasferta dal Casalvecchio Siculo.

V.R.

LASCIA UN COMMENTO