Messina 13 marzo 2017 – Nonostante un avvio un po’ “morbido” il CUS Unime archivia gara 1 delle semifinali playoff con il risultato finale di 75-63 contro la Virtus Eirene di Ragusa. Al PalaNebiolo le universitarie ci mettono
qualche minuto di troppo per carburare ma alla fine, senza particolari difficoltà, riescono a portare a
casa l’intera posta in palio.
L’avvio è poco determinato ed aggressivo da parte delle cussine (appena 1 fallo commesso nei
primi dieci minuti), sorprese e sopraffatte dal ritmo e dalla freschezza delle giovani ospiti, tra le
quali spicca l’immarcabile classe ‘2000 Bongiorno (30 punti per lei a fine incontro). Le ragazze
allenate da Mara Buzzanca vanno sotto per ben due volte tra primo e secondo quarto (prima 6-15,
poi 17-27) ricucendo in entrambi i casi lo strappo. All’intervallo, però, il risultato sul tabellone segna
un sorprendente 37-31 in favore delle ospiti.
La musica cambia radicalmente nella seconda parte del match. Ritrovata la consueta
determinazione in fase difensiva, le cussine si abbattono sulle avversarie con delle manovre
offensive micidiali. La chirurgica precisione dalla linea dei 6,75 di Borgia (per lei uno strepitoso 6/7
da tre punti), lombardo, Certomà e Kramer, contribuiscono a realizzare un parziale di 16-1 che vale
il +9 e taglia le gambe alle iblee, incapaci di reagire di fronte alla precisione delle messinesi.
CUS Unime che allunga nel periodo di gioco conclusivo e mette al sicuro il risultato finale.
Chiusa positivamente la pratica gara 1, le ragazze cussine tornano subito al lavoro, chiamate a
giocare gara 2 a Ragusa già mercoledi.
CUS Unime – Virtus Eirene Ragusa 75-63 (15-18, 31 -37, 51 -45)
CUS Unime: Lombardo 15, Kramer 14, Natale 5, Borgia 20, Scardino, Certomà 16, Grillo,
Licciardello 2, Ingrassia 3, Osso, Cascio. All. Mara Buzzanca
Virtus Eirene: Rizzica 1, Abela 4, Lucifora, Baglieri, Procopio 2, Chessari 2, Stroscio 14, Vernuccio
2, Rimi 6, Caracciolo, Savatteri 2, Bongiorno 30. All. Kouznetsova.
Arbitri: Fava e Calandra.

Valeria Ruggeri

LASCIA UN COMMENTO