Messina 26 marzo 2017 – Conferma il pronostico il CUS Unime e, con una vera e propria goleada, alla cittadella sportiva
universitaria “asfalta” i napoletani del Nuoto 2000 con il finale di 18-3, iniziando al meglio il girone di
ritorno del campionato di serie b. Tutto facile per i ragazzi allenati da mister Naccari che partono un
po’ a rilento (il primo gol dopo 4 minuti di gioco) ma poi
aprono il fuoco e non lasciano tregua al
Napoli, a segno solamente negli ultimi due quarti di gioco. Un’ottima prova corale dell’intero gruppo
cussino, a conferma che i meccanismi di gioco siano ormai ben consolidati e si stia raggiungendo il
top della condizione. Prima rete con il CUS Unime per il giovane Vinci.
Inizio dell’incontro un po’ sottotono da entrambi i lati: i cussini ci mettono un pochino per carburare
ed iniziare a rendersi realmente pericolosi in attacco mentre, dal canto loro, i napoletani non vanno
oltre qualche timida conclusione verso la porta difesa da Mariani. Dopo qualche minuto, però, i
padroni di casa si svegliano dal torpore iniziale e cambiano letteralmente ritmo, bombardando la
porta avversaria con tantissime conclusioni, alcune delle quali sventate anche magistralmente
dall’estremo difensore ospite. Apre le danze il solito cecchino Balaz (anche oggi inarrestabile in
fase d’attacco con sei marcature personali) a 4 minuti dalla prima sirena e si ripete un paio di minuti
dopo. Lo segue De Francesco due volte prima di fine tempo (bene anche lui in fase realizzativa con
3 centri), con in mezzo la rete di Namar. 5-0, dunque, al primo intervallo e partita che nel giro di
pochi minuti cambia letteralmente volto: i padroni di casa non accennano a rallentare e nel secondo
parziale Balaz segna una tripletta che tramortisce gli avversari e porta i suoi al cambio vasca sul
rotondo 8-0.
Gli ospiti sono costretti ad arrivare quasi alla metà della terza frazione per andare a segno (rete di
Severino) ed interrompere la pioggia di reti dei casalinghi, che nel frattempo si sono portati sul 10-0
con Balaz e Blandino. Ma la rete ospite non spegne la fame del CUS, capace di siglare altre sei reti
prima della terza sirena: a segno, in successione, il giovane Vinci su rigore, Arcovito, Lanfranchi,
Cama e Blandino. Solamente sul 16-1 di inizio quarto tempo gli universitari alzano un pochino il
freno a mano e decidono di rallentare. Ne approfittano immediatamente gli ospiti che segnano due
gol con Di Martire e Tancovi, ma è pronta la reazione dei messinesi che aumentano il loro
vantaggio andando a segno con Cama e De Francesco e chiudono con 18-3 finale.
A guidare la classifica a fianco degli universitari è ancora la Waterpolo Catania, vittoriosa per 8-4
nella difficile sfida in casa della Basilicata Nuoto 2000. Proprio i catanesi saranno i prossimi
avversari dei cussini nel prossimo turno a Catania: match importantissimo per la vetta della
graduatoria.
CUS Unime – Nuoto 2000 Napoli: 18-3 (5-0, 3-0, 8-1, 2-2)
CUS Unime: Mariani, Vinci 1, De Francesco 3, Arcovito 1, Blandino 2, Lanfranchi 1, Aiello 1, Namar
1, Runza, Naccari A., Balaz 6, Cama 2, La Tona. All. Naccari S.
Nuoto 2000 Napoli: Torti, Lanfranco, Capolupo, Tancovi 1, Severino 1, Di Martire 1, Iaccarino,
Pasquariello, Peluso, Anello, Tartaro, Altomaro. All. Grillo
Arbitro: Coluccio

Valeria Ruggeri

LASCIA UN COMMENTO