R i s u l t a t i positivi dei piccoli tennisti del CUS Unime alla 4^ ed ultima tappa del FIT Junior Program, categoria
Red (Under 8), svolta sabato scorso presso i campi da tennis indoor della cittadella sportiva universitaria e
curata dal Direttore Tecnico del CUS Unime, Maurizio Fragomeni, e dagli altri componenti dello staff
cussino. Una bella festa fatta di sport e divertimento per i 24 piccoli tennisti che vi hanno preso parte
gareggiando divisi in sei gironi.
I gironi, nel particolare, sono stati vinti da Riccardo D’Arrigo, Tancredi Messina e Samuel Mettuno – tutti e
tre atleti del Circoletto dei Laghi – da Lidia Catalfamo – tennista del CUS Unime – Matteo Ricciardello – del CT
Brolo – e Francesco Stracuzzi – del CT Vela. Nelle semifinali bella prova dell’atleta di casa Lidia Catalfamo che,
dopo aver superato Mettuno, ha piegato anche la resistenza di Messina. Nell’altra semifinale, invece,
Ricciardello viene sconfitto da D’Arrigo in un bellissimo incontro. Anche in finale Lidia, al suo primo torneo in
assoluto, ha ben figurato cedendo, però, alla fine ha Riccardo D’Arrigo, vincitore di tre tappe su quattro.
Tanta soddisfazione da parte dello Staff del CUS Unime per le belle prestazioni dei propri atleti (Lidia
Catalfamo, Nicolò Maggiari, Erika Fede e Martina Giardina) che hanno saputo affrontare al meglio i propri
incontri nonostante abbiano da poco iniziato la loro attività agonistica. Bravissima, nel particolare, la
Catalfamo che, grazie al risultato raggiunto nella 4^ tappa, si è qualificata per il master finale tra i primi otto
della classifica provinciale, in programma a fine aprile.
“Siamo felicissimi – commenta il Coordinatore del Settore Tennis del CUS Unime, Fabio Caratozzolo – perché
i nostri piccoli hanno iniziato appena un anno fa a giocare a tennis con noi e già si stanno togliendo delle
belle soddisfazioni, segno che stanno imparando bene e che il nostro Staff sta facendo un ottimo lavoro,
complimenti, quindi, anche ai nostri Tecnici. Abbiamo anche un’altra decina di piccoli atleti pronti ad
avviarsi all’attività di base prevista dalla Federazione e sono certo che anche loro potranno divertirsi
tantissimi ed ottenere bei risultati. Questa è la strada giusta, continuiamo cosi”.

Valeria Ruggeri

LASCIA UN COMMENTO