Messina 31 marzo 2017 -Oggi, alle ore 09:00, all’interno del plesso scolastico Boer di Via Palermo 1, la
presentazione ufficiale del campionato di Little League International Baseball&Softball “CUS Unime
Boer-Verona Trento” e delle 6 squadre che lo compongono.
La presentazione avverrà alla presenza del Presidente del CUS Unime, Dott. Nino Micali, del
Dirigente Scolastico, Prof. Antonio Sabato, della Referente Scuola Primaria, maestra Carmen
Coraci, della Vicaria di plesso, maestra Giusy Speranza, e dell’intero Staff costituito sia dai docenti
che hanno collaborato al progetto (Mariagrazia Arena, Lea Cappuzzo, Antonella De Domenico,
Domenica Minutoli, Cristina Savant Ros) che dai tecnici del CUS Unime (Emilia Ammirato,
Alessandro Badolato, Luisa Colosi, Laura Gugliotta e Lillo Minutoli).
Il campionato, patrocinato ufficialmente dalla Federazione Italiana Baseball & Softball, avrà inizio
sabato 8 aprile, alle ore 09:00, presso il campo polivalente della cittadella sportiva universitaria.
Sarà una grandissima festa per tutti i 122 bambini iscritti alla Little League International e suddivisi
in sei squadre, che si sfideranno all’insegna del puro divertimento in questi incontri: Ghepardi Aquile, Squali – Tiger, Pantere – Lion.
Il torneo si protrarrà per cinque settimane e, strutturato con la formula del girone all’italiana, si
concluderà il 13 maggio prossimo. La Little League di Baseball e Softball Messina rappresenta a
tutti gli effetti un campionato cittadino, che si pone l’importante obiettivo di rilanciare il movimento
del “batti e corri” in città. Un torneo cittadino cosi organizzato, infatti, non veniva disputato
nell’intera provincia da oltre dieci anni e servirà per gettare le base per il nuovo corso che il CUS
Unime vuole dare ad uno sport che tanto ha dato non solo alla città ma alla Sicilia intera. Un
campionato che, tra l’altro, potrebbe riservare anche qualche bella sorpresa: iniziato a giocare alla
cittadella, le partite finali potrebbero giocarsi (lavori di recupero permettendo) nella nuovissima
cornice dello Stadio del baseball “Primo Nebiolo”.

Valeria Ruggeri

LASCIA UN COMMENTO