Messina – E’ tempo di derby per il CUS Unime che sabato 29 aprile, con inizio alle ore 15.00, ospiterà alla
cittadella sportiva universitaria l’Ossidiana Messina, per la gara numero quattordici del campionato
nazionale di pallanuoto maschile di serie b, girone 4.
Un derby che, stando alla differenza di punti in classifica tra CUS ed Ossidiana, sembrerebbe
avere un risultato quasi scontato a favore dei padroni di casa ma, attenzione, un derby è sempre
un derby e le due squadre lo affronteranno con massima determinazione spinte da motivazioni
diametralmente opposte.
Da un lato gli universitari occupano la seconda posizione del torneo cadetto a quota 33 punti e con
la vittoria nel prossimo turno manterrebbero un margine decisivo nei confronti dell’Etna Waterpolo,
attuale terza forza del girone 4; i cussini si garantirebbero, cosi, il pass per i playoff permettendosi
di giocare i restanti match della regular season con relativa tranquillità e lavorare al meglio per la
fase successiva. La vittoria, inoltre, permetterebbe al CUS di rimanere a stretto contatto con la
Waterpolo Catania, attuale capolista 3 punti più sopra rispetto ai messinesi ed impegnata a
domicilio contro il Nuoto Napoli 2000.
Dall’altro lato, invece, l’Ossidiana alla cittadella cerca punti pesantissimi: in ultima posizione e quasi
30 lunghezze più sotto rispetto agli universitari gli ospiti si trovano in una posizione delicatissima,
quindi affronteranno l’incontro con il coltello tra i denti per tentare di strappare ai cussini punti
importanti. Nonostante la posizione in classifica, però, l’Ossidiana è una formazione ancora “viva”
che, archiviato un girone d’andata completamente da dimenticare con 0 punti all’attivo, viene da un
momento particolarmente felice: ad Acireale ha perso 5-2 ma ha dato filo da torcere ai padroni di
casa della Polisportiva Acese – formazione ben più in alto in classifica -, ancora prima ha bloccato a
domicilio il Cosenza Nuoto sul 9 pari, mentre alla decima giornata ha conquistato i suoi primi 3
punti vincendo alla Piscina Cappuccini per 12-11 contro i crotonesi della Rari Nantes Auditore.
Attenzione anche al recupero della tredicesima giornata che l’Ossidiana giocherà venerdì 28 in
casa contro la Basilicata Nuoto 2000: un incontro che potrà dare ancora ulteriori indicazioni sullo
stato di forma dei messinesi e che, sicuramente, influenzerà il derby del giorno successivo.
Ma al di là dei punti in classifica e del differente cammino in questo torneo da parte delle due
formazioni, il derby è una partita a sé, quindi massima prudenza, come predica il tecnico cussino
Sergio Naccari: “I punti in classifica parlano di due squadre dal valore differente. Ma, si sa, un
derby è sempre un derby e, quindi, attenzione a non sottovalutare l’avversario e ad affrontare con
la giusta concentrazione l’impegno. Ci avviciniamo all’incontro molto determinati perché sappiamo
che la vittoria ci garantirebbe l’accesso alla fase successiva e ci permetterebbe di preparare il finale
di stagione in maniera più tranquilla. Un ulteriore tappa di avvicinamento verso i playoff che,
dunque, non vogliamo assolutamente fallire”.
Previsto il pubblico delle grandi occasioni alla cittadella, per una partita che, sicuramente, sarà
molto spettacolare e divertente. Arbitrerà l’incontro il Sig. Alessio Acierno.

V.R.

LASCIA UN COMMENTO