Simona Fell e Francesco Leone

Palombara (Roma) – “Legalità, un gioco da ragazzi”: è questo il nome del progetto nazionale lanciato sabato scorso al termine del Triangolare di calcio organizzato dal Real Palombara e CreCas Città di Palombara con il patrocinio del Comune e della Regione Lazio, a cui hanno preso parte la rappresentativa nazionale Vaticana, la rappresentativa Italiana Attori e la rappresentativa Avvocati e amici di Palombara.

Durante il triangolare di calcio, alla presenza del vicesindaco e dell’assessore comunale allo Sport di Palombara, lo studio legale ha ricevuto una targa per l’impegno profuso nei confronti dei giovani della città e non solo. Un premio alle tante battaglie di legalità che lo studio da anni porta avanti su tutto il territorio nazionale.

“Il progetto ‘Legalità, un gioco da ragazzi’ ha lo scopo di trasmettere il senso di legalità alle nuove generazioni – spiegano l’avvocato Francesco Leone e Simona Fell, fondatori dello studio legale Leone-Fell & Associati. Oggi più che mai si sente l’esigenza di trasmettere i principi della legalità i tanti giovani che in assenza di una guida possono trovarsi imbrigliati in contesti problematici. Ed ecco che il gioco diventa lo strumento educativo per trasmettere il rispetto delle regole e il senso di legalità che può essere diffuso poi in tutti gli ambiti del quotidiano. Al contempo lo sport ‘toglie’ i ragazzi dalla strada ed evita loro di fare incontri sbagliati che potrebbero segnarli a vita”.

Più che un’iniziativa, è un percorso volto a trasmettere una mission e un modo di affrontare la vita. Lo studio legale, in questi mesi, ha già coinvolto diverse figure professionali, come avvocati, psicologi, comunicatori, volontari ed esperti del terzo settore e testimonial che coadiuveranno questa iniziativa e forniranno strumenti, metodi e soprattutto esperienze La scelta di non restare a guardare, ma di dare un forte segnale.

L’iniziativa partirà da Palombara, ma lo studio sta già prevedendo altre tappe in giro per l’Italia. Questa capacità e conoscenza dei luoghi deriva da una forte esperienza nell’ambito dei ‘Tour’ di informazione e legalità che da anni si portano avanti. Negli ultimi anni, infatti, sono state girate tante città e incontrate migliaia di persone.

L’iniziativa avrà diverse declinazioni. Si promuoveranno concorsi di idee per coinvolgere i bambini nel percorso di creazione di un pensiero positivo sul tema della legalità. Le squadre giocheranno imparando cosa significa legalità e daranno il loro contributo creativo. Si stipuleranno delle partnership con le scuole per rendere itineranti i risultati prodotti. Si discuterà di legalità con un approccio nuovo e innovativo, in modo da stimolare anche l’informatizzazione. Importante è evitare l’analfabetizzazione digitale che potrebbe isolare e non informare i destinatari delle azioni. L’isolamento è tra le prime cause di una futura debolezza che, spesso viene risolta con rapporti sociali distorti. Tutte le lezioni saranno intercalate da giochi sportivi e verranno affrontate usando le metafore del gioco.

A questo verrà aggiunto anche l’ascolto, che molto spesso manca. Il dubbio e il non sapere porta ad affidarsi a modelli sbagliati. Saranno i professionisti a dare le risposte ed essere pronti a spiegare e confutare i dubbi. Un supporto non solo fisico ma anche digitale.

Infine, si darà voce a chi voce spesso non ha. Tra le iniziative, i nostri esperti prenderanno spunto dalle esigenze e dalle ‘mancanze’ delle amministrazioni nei confronti dei più deboli per promuovere azioni legali forti a difesa dei loro diritti.
A.C.

LASCIA UN COMMENTO