Messina – Dopo Priolo ancora un 62-60 per il CUS Unime che, al PalaNebiolo, supera in un concitato finale l’AD Maiora Ragusa, formazione difficile da affrontare e che ha dato battaglia alle messinesi sino all’ultima azione di gioco. Come l’incontro dell’ultimo turno di campionato, anche quello contro le ragusane è stato un match molto equilibrato ed intenso, che le cussine sono riuscite a vincere sul filo di lana grazie a tanta determinazione, riuscendo anche a sopperire all’assenza pesante di Giulia Borgia per infortunio. Le ospiti, invece, arrivano a Messina al gran completo e decise a tentare di portare a casa l’intera posta in palio, con 3/4 giovani promettenti che fanno parte della panchina dell’Irene Ragusa in Serie A1 – tra le quali anche lap attese Stroscio medaglia di bronzo all’ultimo Europeo con la nazionale under 16 – che sorprendono le padrone di casa con delle manovre di gioco più dinamiche e con molta precisione sotto canestro. Il risultato è che le ragazze allenate da coach Zanghì concedono troppo e già alla fine della prima sirena si trovano sotto (19-23). Le universitarie, però, riescono a ricompattarci e, poco alla volta costruiscono la rimonta portandosi a ridosso delle iblee nei successivi due quarti di gioco (32-33 e 44-46). Il lungo inseguimento trova i frutti sperati nel sorpasso e nell’allungo quando mancano tre minuti dall’ultima sirena (60-54), con una Sabrina Natale capace di trovare unto pesanti. Negli ultimi secondi l’Ad Maiora si riavvicina pericolosamente sul -2 e il CUS regala anche la palla del potenziale sorpasso perdendo malamente il pallone; ma nell’ultima azione delle ospiti la Kramer intercetta un passaggio e chiude la contesa con la bella vittoria delle padrone di casa.

CUS Unime – Ad Maiora Ragusa: 62-60 (19-23; 32-33; 44-46) CUS Unime: Kramer 12, Natale 11, Boncompagni 5, Scardino 10, De Cola, Zagami, Polizzi 10, Melita, Grillo 8, Pellicanò 2, Cascio 4, Mazzullo. All. Zanghì. Ad Maiora Ragusa: Vitale, Stroscio 20, Gatti 4, Rimi 8, Firrito, Sammartino S. 6, Savatteri 2, Bongiorno 10, Caruso, Sammartino S. 8, Schembari 2, Leggio.

Arbitri: Attard e De Cillis.

V.R.

LASCIA UN COMMENTO