Ndour

Ragusa – Terza vittoria consecutiva in campionato e quinta insieme al doppio confronto con Gdynia in Eurocup. Continua il buon momento della Passalacqua Ragusa che ieri pomeriggio al Palaminardi ha fatto suo il match con Vigarano al termine di una partita mai in discussione, nella quale Gaia Gorini e compagne hanno giocato con grande voglia e intensità per tutti i 40 minuti, restando sempre avanti nel punteggio e non dando mai la reale possibilità alle avversarie di potere rientrare in partita. 79-62 il punteggio finale dell’incontro che, con Hamby che scontava la terza di quattro giornate di squalifica, ha visto in Astou Ndour e Kessica Kuster (27 punti la prima e 19 punti e 10 rimbalzi la seconda) gli ormai soliti punti fermi della formazione biancoverde. Ma non si possono non citare le buone prestazioni di Chiara Consolini (13 punti), Gaia Gorini (9 punti e 6 assist) e Alessandra Formica (7 punti e 10 rimbalzi), oltre alla solita concretezza di Agnese Soli che ha fatto sempre girare al meglio la squadra quando è rimasta in campo o la sostanza di Maria Miccoli che dà sempre il proprio contributo positivo quando chiamata dalla panchina. Insomma una Passalacqua sempre più squadra, che adesso è chiamata ad un autentico tour de force tra campionato e coppa e che avrà bisogno dell’apporto di tutte. “Partita mai in discussione – dice coach Gianni Recupido – se non all’inizio del quarto quarto, che non abbiamo iniziato nel migliore dei modi, e così invece di risparmiare le energie per mercoledì siamo stati costretti a giocare l’ultimo quarto al massimo. Tolto questo, è stata sicuramente una buona partita, con le loro lunghe che ci hanno messo parecchio in difficoltà dato che alla fine Zempare ha fatto 28 e Trebec 17, mentre diciamo che non abbiamo sofferto le loro guardie e il tiro da tre punti che invece era una cosa che si temeva. Siamo contenti per la terza vittoria consecutiva in campionato, ma abbiamo questo problema cronico che ci vede cominciare a soffrire una volta che andiamo in vantaggio, comunque abbiamo fatto un passo avanti. Mercoledì sera ci aspetta una partita difficilissima con San Martino nella quale mancherà l’ultima volta Hamby ed è un match importantissimo in chiave classifica. Consideriamo che poi avremo tre partite con le prime tre, dato che proprio dopo San Martino affronteremo nell’ordine Lucca e Venezia fuori casa e Schio tra le mura amiche, e in mezzo ci sarà il doppio confronto con Girona in Eurocup”. Insomma, un mese difficilissimo che però arriva in un momento nel quale la squadra ha dimostrato di trovarsi in un buon momento di forma psicofisica e che sarà certamente fondamentale per il proseguo della stagione. Si ritorna dunque in campo mercoledì 17 gennaio al Palaminardi, alle ore 20,30. Attualmente San Martino e Ragusa sono appaiate in classifica a quota 16 mentre Lucca è rimasta ferma al terzo posto a quota 18. Inutile dire che un successo di Ragusa, che all’andata aveva perso di una lunghezza, diventerebbe importantissimo in chiave classifica.

Michele Farinaccio

LASCIA UN COMMENTO