Messina – Buona la prima per il CUS Unime capace di stendere con un sonoro 18-5 il Cosenza Nuoto tra le mura amiche della Cittadella Sportiva Universitaria. Pioggia di gol degli universitari, inarrestabili in avanti e solidi in fase difensiva. Ottima prestazione in fase realizzativa per il mancino Cusmano e lo slovacco Balaz, autori rispettivamente di 5 e 6 reti.

Inizia come meglio non ci si poteva augurare la nuova stagione di Serie B per il CUS Unime, capace di passeggiare sul Cosenza Nuoto e, di fronte ad un numeroso pubblico che ha animato gli spalti della Cittadella Sportiva Universitaria, rifilare un netto 18-5 agli ospiti con una prestazione superlativa. Alla fine gli universitari hanno il merito di chiudere la partita sin da subito (5-0 alla prima sirena) per poi allungare in scioltezza fino alla fine del match con molta grinta e determinazione, senza mai mostrare cali di concentrazione evidenti e, soprattutto, mostrando un’ottima sicurezza in qualsiasi zona del campo, nonostante si tratti dell’esordio in campionato di una squadra rivoluzionata in molti suoi componenti rispetto alla scorsa stagione. Pronti via e già dopo 3 minuti il CUS è avanti 2-0 con le reti graffate da Cusmano e Balaz, entrambi incontenibili, autori di 11 reti delle 18 complessive della squadra allenata da Mister Naccari. Fino all’intervallo solo CUS ed ancora solo Balaz (2 gol) e Cusmano. Continua sullo stesso ritmo da schiacciasassi la squadra di casa e si porta sino al 7-0 con la premiata ditta formata dal mancino e dallo slovacco. Solo quando mancano poco meno di 4 minuti all’intervallo lungo la formazione ospite riesce a mettere una pezza e ad interrompere l’assalto del team gialloblu. Ci pensa prima Cavalcanti per la prima rete ospite, poi è il turno del mai domo ex Trocciola che con una doppietta risponde al momentaneo 8-1 del giovane Ambrosini e porta i calabresi al -5. La reazione d’orgoglio degli ospiti, però, si spegne in apertura della terza frazione, quando la doppietta di Russo e la seconda rete di Ambrosini (3 gol a fine partita) portano gli atleti di casa sull’11-3. Tampona Cosenza ancora una volta con Trocciola ma ancora una volta il CUS allunga fino al 13-4 con l’asse mancino Cusmano – Aiello. Stessa musica anche nell’ultimo periodo, con gli ospiti che realizzano il loro quinto ed ultimo gol (Mascaro) ed i messinesi che, sul velluto, ne fanno altri 5 (Aiello, Cusmano, 2 volte Balaz ed Ambrosini) e chiudono con un larghissimo e meritato +13. Dagli altri campi risultato rotondo anche per l’Etna Waterpolo (7-4 sul 7 Scogli) mentre sorprende la vittoria a domicilio del Crotone per 9-6 sul CUS Palermo. Finisce 8-5 l’incontro (disputato eccezionalmente alla Cittadella Sportiva Universitaria) tra Waterpolo Catania e San Mauro Nuoto. Prossimo impegno in acque napoletano per il CUS Unime, ospite sabato prossimo del San Mauro.

CUS Unime – Cosenza Nuoto 18-5 (5-0, 3-3, 5-1, 5-1)

CUS Unime: Spampinato, Russo 2, Maiolino, De Francesco (k), Giacoppo, Condemi, Cusmano 5, Aiello 2, Ambrosini 3, Bonansinga, Naccari A., Balaz 6, Vinci. All. Sergio Naccari Cosenza Nuoto: Morrone, Cerchiara, De Luca, Stellato, Palermo, Trocciola 3, Alti, Cavalcanti 1, Mascaro 1, Ponte, Altomare, Greco, Guaglianone. All. Stefano Bertucci

Arbitro: Torneo

V.R.

LASCIA UN COMMENTO