Ragusa – Seconda sconfitta consecutiva in campionato per la Passalacqua Ragusa, che ieri sera al Palaminardi di Ragusa nulla ha potuto contro il Famila Schio al termine di una gara nella quale la squadra biancoverde di coach Gianni Recupido è riuscita a resistere e a giocare in parità soltanto nel primo quarto di gioco, prima che le orange iniziassero a prendere il largo già nel secondo tempino e poi continuassero a gestire il vantaggio ottenuto, senza più dare praticamente mai la possibilità alle padrone di casa di rientrare in partita. 65-78 il punteggio finale dell’incontro e una sconfitta con la quale Ragusa viene raggiunta a quota 20 al terzo posto da Lucca e Napoli, ma con la possibilità per le biancoverdi di conquistare comunque il terzo posto in caso di vittoria a Battipaglia nell’ultima gara della prima fase del campionato Gu2toCup, in programma dopo la pausa della nazionale. Adesso, come sottolinea lo stesso coach Recupido, sarà quanto mai importante ricaricare le batterie approfittando della sosta e lavorare su tutte quelle cose che ci sono da migliorare. “In questo momento – ammette Recupido – tra noi e Schio ci sono una ventina di punti di differenza, ed è chiaro che a parte il primo quarto in cui siamo riusciti a tenergli testa e tenere alto il ritmo, quando sbagliamo poi qualcosa e in questo caso ci troviamo davanti anche una squadra come Schio che non ti perdona niente, ci smarriamo puntualmente. A quel punto, già nel secondo quarto, si è scavato il solco e non siamo più riusciti a recuperare. I numeri parlano chiaro per esempio alla voce valutazione che dice 61 Ragusa e 113 Schio. Adesso c’è la pausa e non vedevamo l’ora. Speriamo di poterla utilizzare al meglio per potere sistemare alcune cose e perfezionarne altre. Le cose da fare tra l’altro sono già pronte e sappiamo dove dobbiamo andare a migliorare senza avere l’assillo di preparare le partite. Dobbiamo migliorare sicuramente il gioco senza pick and roll, la capacità di passaggio dentro, la capacità di attaccare il ferro, ed alcune spaziature perché spesso stiamo troppo vicini e troppo fermi e poi obiettivamente in questo ultimo periodo c’è stato un calo fisiologico e un po’ di stanchezza in più. Staccare anche un attimo la spina sarà quindi importante e vincere a Battipaglia sarà adesso fondamentale per mantenere il terzo posto prima della seconda fase”. Con le azzurre Gorini, Formica e Consolini che si aggregheranno alla nazionale, la squadra riprenderà gli allenamenti giovedì pomeriggio, quindi il rientro delle azzurre è previsto per giovedì 15, due giorni prima della partenza per Battipaglia dove domenica 18 febbraio è in programma l’ultima giornata di questa prima fase, dalla quale poi si stilerà la griglia per gli accoppiamenti della seconda fase, prima dei playoff.

Michele Farinaccio

LASCIA UN COMMENTO