Ragusa – Contava vincere, per portare a casa la terza posizione matematica al termine della prima fase e la Passalacqua Ragusa, pur senza brillare, ha superato Battipaglia in trasferta per 72-60, restando dunque dietro Schio e Venezia nella classifica del campionato Gu2toCup di serie A1. Partita non bella, contrassegnata dalle basse percentuali al tiro da parte della squadra di coach Gianni Recupido che pur costruendosi buone azioni d’attacco, non è mai stata precisa né da due né da tre, tirando di squadra alla fine rispettivamente con il 43% e con il 13%: un aspetto sul quale ci si dovrà concentrare nelle due settimane prima della seconda fase nella quale Gorini e compagne affronteranno Lucca e Napoli in casa e Venezia e Schio in trasferta. Si dovrà arrivare con la mentalità e con la concentrazione giusta per affrontare la parte più importante della stagione. “E’ stata una partita che abbiamo giocato sottotono – commenta coach Recupido – e dove abbiamo tirato con percentuali, a volte frutto di brutte scelte ma altre volte anche con tiri aperti. Sono le partite che si temono di più, perché magari sei inconsciamente sicuro di vincere ma dove se non ti impegni sempre al 100% fai una fatica immensa e questo si è visto per esempio nel primo quarto, quando non riuscivamo nemmeno a difendere. Adesso ci prepariamo ad affrontare le migliori del campionato, e alla fine di questa seconda fase si capirà di che pasta siamo fatti. Penso che questa fase possa essere molto indicativa su quelle che possono essere le nostre ambizioni in questa stagione, e noi siamo pronti a giocarci le nostre carte”.

Michele Farinaccio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO