Messina – Non conosce ostacoli la formazione messinese che si impone in maniera autoritaria anche sul campo della seconda della classe e, da imbattuta, rinsalda la propria posizione in testa al campionato. Un autentico capolavoro quello del CUS Unime che si rende protagonista di una vittoria netta e schiacciante in casa della seconda forza del torneo, la Rari Nantes Auditore. Il 12-5 finale non lascia scampo ad interpretazioni: i cussini si comportano da autentica schiacciasassi e dominano in lungo ed in largo per tutta la partita; partono fortissimo e sin dal primo istante affondano i padroni di casa, i quali non riescono mai a trovare la possibilità di entrare in partita. Una prova di forza che permette ai messinesi non solo di allungare a +6 proprio sul Crotone (che, comunque, ha ancora un turno da recuperare) ma di lanciare un chiaro segnale a tutte le avversarie del torneo cadetto. Ancora una volta attacco super per i gialloblu che con questa partita arrivano a quota 92 reti segnate in soli 6 incontri e scardinano una delle retroguardie meno perforate del torneo; benissimo anche in difesa, dove i ragazzi allenati da Mister Naccari riescono ad annullare le bocca da fuoco crotonesi. Basta poco più di un minuto ai cussini per metter subito in chiaro le cose. Ci pensa subito Cusmano, seguito pochi secondi dopo da Ambrosini. Replicano i crotonesi con Bezic (espulso a pochi secondi dal primo intervallo) ma si tratta solo di un fuoco di paglia perché per la successiva rete dei padroni di casa bisognerà attendere sino alla fine della seconda frazione di gioco. Il CUS, invece, accelera e prende in mano le redini del gioco allungando con un parziale di 5-0 che tiene sino alla fine del secondo parziale. Cusmano e Condemi portano i gialloblu sul 4-1 al primo intervallo; poi ancora Cusmano ed Ambrosini colpiscono ancora e portano il parziale sul 6-1 a 4.36 dalla seconda sirena. Solamente a 42 secondi dall’intervallo lungo i pitagorici interrompono il digiuno con Chiodo (il più attivo dei suoi con tre reti a fine gara) ma a 11 secondi replica Balaz e porta di nuovo i suoi sul +5. Vantaggio cussino che aumenta ulteriormente al cambio vasca con De Francesco, Maiolino e Russo (9-2) e solo alla fine della frazione sempre Chiodo riesce a mettere una pezza per i suoi. Troppo poco per impensierire in qualche maniera gli ospiti che colpiscono anche nell’ultima frazione portandosi fino al +9 con Ambrosini e Condemi. Prima della sirena finale, a giochi ormai ampiamente chiusi, Arcuri e Chiodo tentano di alleggerire la sconfitta portando a 5 le marcature crotonesi ma alla fine la festa è tutta dei messinesi. Vittoria pesante, dunque, per il CUS Unime che supera a pieni voti il primo vero test di questa stagione lancia un segnale importante a tutta la cadetteria in vista del prosieguo del campionato. Comincia bene anche il torneo di Promozione per il CUS Unime che supera la Polisportiva Messina con una bella vittoria esterna dal finale di 7-6. Questi gli atleti cussini: Spizzica, Valenti C., Vinci, Rappazzo, Bonansinga, Valenti A., Schiavone, Santonoceto, Naccari A., Galletta, Vita, Feo, Russo.

RN Auditore Crotone – CUS Unime: 5-12 (1-4, 1-3, 1-3, 2-2) RN Auditore Crotone: Conti, Namar, Chiodo 3, Arcuri 1, Bezic 1, Ciligot, Candigliota, Morrone, Spadaro, Lucanto, Manna, Latanza, Cavallaro. CUS Unime: Spampinato, Russo 1, Maiolino 1, De Francesco (k) 1, Giacoppo, Condemi 2, Cusmano 3, Aiello, Ambrosini 3, Naccari F., Prestipino, Balaz 1, Cama. Arbitro: Aneglo Anacleri.

V.R.

LASCIA UN COMMENTO