Ragusa – Una sconfitta praticamente indolore per la Passalacqua Ragusa ieri a Venezia, che dovrà servire, come il match di domenica prossima a Schio, per preparare al meglio i playoff scudetto che in virtù del terzo posto matematico conquistato dalle biancoverdi, vedranno la squadra di coach Recupido affrontare la sesta classificata. Partita giocata con la mente libera sia dall’una che dall’altra parte, quella di ieri pomeriggio, che è rimasta in bilico fino alla fine, e poi vinta dalle padrone di casa per appena una lunghezza, con il punteggio finale di 66-65 e con tutte e tre le straniere in doppia cifra.  “Quello che contava – dice coach Recupido – era soprattutto provare alcune cose che stiamo preparando così come hanno fatto d’altro canto anche loro. Diciamo che si respirava nell’aria che non c’era la pressione del risultato, ed entrambe abbiamo gestito le energie e le forze ma è chiaro che se si tornava a casa con una vittoria era meglio. Era comunque importante avere un buon atteggiamento, fare una buona gara, e siamo tutto sommato rimasti in partita, andati sotto e poi rientrati, ricevendo alcune indicazioni positive. Non sono state buone le nostre percentuali da sotto e le percentuali da tre nei primi due quarti, su questo dobbiamo migliorare. Diciamo che si avverte una certa forza di Venezia ma noi non siamo poi così lontani. Dobbiamo fare una buona partita domenica prossima a Schio, soprattutto sul piano della concentrazione e della coesione di squadra, e poi concentrarci sui playoff dove già nel primo turno incontreremo una squadra molto tosta qualunque essa sia”. La squadra è tornata in sede già nella serata di ieri e da domani riprenderà la normale tabella di allenamento settimanale in vista dell’ultima gara della seconda fase.

Michele Farinaccio

LASCIA UN COMMENTO