La compagine cussina domenica sarà di scena a Ragusa ospite della Polisportiva Valverde di Catania, leader indiscusso del torneo di Serie b. La vittoria è l’unico risultato che permetterebbe ai gialloblu di alimentare le speranze playoff

Messina – Una vera e propria finale quella che, domenica prossima, attenderà il CUS Unime nel neutro del Colajanni di Ragusa. Avversari del team gialloblu saranno i catanesi della Polisportiva Valverde, autentica leader del girone e avanti 3 punti rispetto ai messinesi, ai quali toccherà il difficile compito dir rendersi protagonisti di una vera e propria impresa sportiva per strappare agli etnei tre punti fondamentali al fine di alimentare le speranze di approdare ai playoff, in programma ad Uras (Nuoto) il 9 e 10 giugno. Gli universitari, infatti, con la vittoria appaierebbero Valverde in testa alla classifica e, in caso di arrivo a pari punti, lo scavalcherebbero per aver avuto la meglio nello scontro diretto. Tutti calcoli che hanno bene in mente i messinesi, spronati da Mister Spignolo a dare il massimo: “Per noi si tratta di una gara da dentro o fuori, una tappa fondamentale per raggiungere un obiettivo che ci eravamo prefissati ad inizio stagione. Dovremo essere bravi, però, ad interpretare l’incontro in maniera perfetta: il minimo errore, infatti, potrebbe costarci caro contro una squadra che ha dimostrato di essere la più forte, dotata del miglior attacco e della miglior difesa del torneo. In settimana abbiamo lavorato molto bene e siamo veramente tanto determinati. I ragazzi ci credono fermamente e, quindi, ci sono tutti i presupposti per poter tornare a Messina con 3 punti che ci permetterebbero di tornare in coro per i playoff”. Tutti a disposizione per il tecnico cussino che potrà contare sull’intero poster a disposizione. In campo dal primo minuto anche Andrea Blandini: a lui il compito, dall’alto della sua grande esperienza, di guidare i tanti under presenti in organico e spronarli a dare il massimo. Questi i convocati per la sfida contro il Valverde: De Domenico, Ragonese, Siracusa, Curreli, Spignolo A., D’Andrea, Mirone, Rinaldi, Cardella, Spignolo L., Bladini, Romano, Arena M., De Gregorio, Cantale, Arena L.

LASCIA UN COMMENTO