Messina – Sette giorni dopo la vittoria casalinga contro la Basilicata che vale l’accesso alla finale playoff il CUS Unime torna a giocare davanti al suo pubblico. Sabato 23 alla cittadella è atteso il CUS Palermo per gara 1 di finale. Mercoledi 27 gara 2 nel capoluogo: attesi anche tanti supporters peloritani al seguito dei gialloblu.

Entusiasmo e tanta convinzione nei propri mezzi. Questo lo spirito con il quale il CUS Unime si avvicina alla fase più importante della stagione, quella che vale il tanto agognato salto di categoria. Non solo un esaltante cammino in regular season ma anche le nette vittorie nel doppio confronto con la Basilicata Nuoto 2000 hanno confermato che mai come in questa stagione la compagine universitaria ha tutte le carte in regola per ottenere la Serie A. L’ultimo scoglio da superare per De Francesco e compagni si chiama CUS Palermo, atteso alla cittadella sportiva sabato 23 giugno alle ore 16.00. I cugini palermitani hanno chiuso il girone 4 (quello dei cussini) al 3 posto, con 30 punti frutto di 10 vittorie e 6 sconfitte, due delle quali sono arrivate dal doppio confronto con i messinesi. Un avversario, dunque, già affrontato e superato nel corso della stagione ma è cresciuto in maniera netta nelle ultime uscite, come dimostrano anche le vittorie sorprendenti nel doppio confronto di semifinale con la Rari Nantes Napoli. E poi, ovviamente, c’è da valutare il fattore “finale”: si tratta di partite a sé stanti, nelle quali conta non solo la superiorità tecnico-tattica ma anche l’approccio all’incontro, come sanno bene i ragazzi allenati da Mister Naccari, rimasti scottati dalle ultime due finali playoff. “Sono partite nelle quali vince chi arriva più determinato e pronto mentalmente – questa la disamina del tecnico cussino – noi abbiamo fatto un cammino perfetto sinora, nessuno è riuscito a piegarci ed abbiamo dimostrato con tutti ed in tutti i campi di essere superiori. Ci stiamo preparando bene per affrontare pronti sotto tutti i punti di vista questi ultimi incontri che ci separano da una Serie A che a Messina manca ormai da quasi venti anni. Attenzione, però, al CUS Palermo: è una squadra tosta e lo ha dimostrato andando a vincere a Napoli con un pesante 11-7. Guai a pensare alle vittorie ottenute in campionato perché adesso si parte da zero. Noi vogliamo a tutti i costi la vittoria e, tra l’altro, siamo sicuri che potremo contare della spinta dei nostri splendidi tifosi che, come sabato scorso, riempiranno le tribune alla cittadella e che si stanno anche organizzando per venirci a tifare a Palermo Mercoledi. Forza CUS”. Infine la formula della fase finale: diversamente dalle semifinali si aggiudicherà la promozione in Serie A2 la squadra che vincerà 2 gare su 3. Questo il calendario: sabato 23, ore 16.00, Messina; gara di ritorno mercoledi 27, ore 19.00, Palermo; eventuale gara 3 alle ore 16.00 a Messina.

V.R.

LASCIA UN COMMENTO