Messina – A Valverde una prodezza dell’egiziano Sameh sul finire della prima frazione di gioco porta avanti i più quotati padroni di casa e costringe gli universitari ad inseguire per il resto della gara. La sconfitta interrompe la corsa dei messinesi per l’accesso alla Coppa Italia di Novembre.

Si interrompe sul sintetico del Comunale di Valverde la corsa del CUS UniMe per accedere al Round 3 di Coppa Italia, in programma nel prossimo mese di Novembre. Sul finire di un primo tempo in perfetto equilibrio Sameh riesce a sbloccare la gara e superare su angolo corto De Domenico; una rete che spezza in due la gara e costringe i cussini ad inseguire per tutta la seconda frazione piegandosi al triplice fischio con il finale di 3-1. Buona la reazione di carattere del CUS che, nonostante il doppio vantaggio siglato ancora da Sameh e la rete del 3-0 di Brunetto non si abbatte e riesce a segnare, a 10 minuti dal triplice fischio, la simbolica rete della bandiere con Siracusa. Ottima la prova, nonostante il risultato, offerta dalla compagine universitaria, capace di tenere testa per tutto il primo tempo alla formazione di casa ed anche di sfiorare con almeno tre nitide occasioni la rete del vantaggio, in particolare con il clamoroso palo colpito da Andrea Siracusa al minuto 27.

Alla fine gli sforzi dei cussini, però, risultano vani ed i ragazzi allenati da Giacomo Spignolo sono costretti ad arrendersi alla maggiore solidità ed alla migliore condizione fisica della Polisportiva Valverde, squadra che milita nel campionato di Serie A2 e che annovera tra le proprie fila giocatori di assoluto valore, come il bomber dell’incontro Sameh. Anche nel secondo tempo il CUS non smette di provarci. In porta l’esperto portiere Anselmi sostituisce egregiamente un ottimo De Domenico mentre in attacco sono diverse le occasioni capitate ai gialloblu per pareggiare (con De Gregorio, Blandini e Cardella). Alla fine, però, i padroni di casa prima raddoppiano e poi allungano fino al 3-0, rendendo vana l’unica rete gialloblu sul finale. “Dispiace sicuramente non aver potuto centrare la qualificazione – queste le parole del Mister cussino Giacomo Spignolo – alla quale tenevamo tantissimo e che sarebbe stato un momento importante per la nostra crescita. Pieno merito, comunque, al Valverde ma un grande plauso ai nostri ragazzi che sono stati bravi a non mollare anche quando la partita ha preso una svolta negativa”.

Adesso, prima dell’esordio in campionato (previsto per il 20 ottobre con l’esordio alla cittadella sportiva universitaria contro il PGS Don Bosco), il 13 e 14 ottobre il sintetico polivalente della Cittadella ospiterà la 2^ edizione dell’International Mediterranean Hockey Cup, che vedrà la partecipazione della squadra campione di Malta del Qormi Hc, l’HC Ragusa ed i padroni di casa del CUS UniMe. Pol. Valverde – CUS Unime 3-1

 Pol. Valverde: Guida, Lupo, Giulio, Bandieramonte, Parisi, Lo Cascio, Lutterotti, Sameh, Barbagallo, Indelicato, Sardo. A disposizione (entrati) Di Stefano, Brunetto, Caruso, Gagliano, Privitera, Arena, Abraha. Allenatore Antonino Corsaro. CUS UniMe: De Domenico, Tumino, Arena L., Curreli, Spignolo A., D’Andrea, Siracusa, Rinaldi, Cardella, Giuffrida, Blandini. A disposizione (entrati) Anselmi, Italia, Ragonese, De Gregorio, Arena M. Allenatore: Giacomo Spignolo.
ARBITRI: Bandieramonte e Fresta di Catania.

Ph:Il Cus Unime ASD di Valverde

V.R.

LASCIA UN COMMENTO