Il presidente dell’Uici di Ragusa Salvatore Albani

 

Ragusa – Il presidente Salvatore Albani e Vincenzo Gueli dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti di Ragusa partecipano, da oggi, 26 ottobre, sino a domenica 28, alla sedicesima fase finale del torneo nazionale di scopone scientifico per non vedenti in programma a Brindisi. I due ragusani rappresenteranno la Sicilia avendo vinto la fase regionale. Le coppie provenienti dalle regioni: Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Molise, Puglia, Toscana, Umbria, Veneto, oltre che dalla Sicilia, che hanno disputato e vinto le fasi provinciali e regionali delle loro regioni, si contendono in un girone all’italiana il titolo di campione italiano di scopone scientifico per non vedenti 2018. L’evento è organizzato dal consiglio nazionale, dal consiglio regionale della Puglia, dalla sede territoriale dell’Uici di Brindisi, con il supporto dei volontari del servizio civile. La competizione si svolgerà all’hotel Orientale e darà alla coppia vincitrice il diritto di partecipare alla 17esima finale del 2019. “Noi non vedenti – chiarisce il presidente dell’Uici di Ragusa, Salvatore Albani – giochiamo a carte da sempre perché utilizziamo il sistema Braille e grande sarà la responsabilità mia e di Gueli nel rappresentare la nostra isola. Ci teniamo a fare bella figura in quello che si preannuncia come uno dei tornei di scopone scientifico più competitivi degli ultimi anni. Sarà necessaria la massima concentrazione per riuscire ad avere la meglio a fronte di avversari ben preparati”.

Giorgio Liuzzo

LASCIA UN COMMENTO