Messina – Anno solare da record per il Cus Unime che è riuscita a sancire un vero e proprio primato mantenendo l’imbattibilità in tutti gli incontri disputati tra Serie B e Serie A2 davanti ai propri tifosi. Intanto per Natale gli universitari si regalano Davide Steardo, disponibile già dal delicato incontro esterno di Sabato contro i Muri Antichi.

Solo vittorie per il Cus Unime davanti ai propri tifosi nell’anno solare 2018. Un vero e proprio primato quello realizzato dalla formazione universitaria, capace di uscire con il 3 punti in tasca in tutte le partite disputate dallo scorso gennaio tra Serie B e Serie A2. Un record suggellato dall’11-9 finale con il quale i cussini hanno chiuso la pratica Crotone nello scorso turno di A2, valido come ultimo impegno tra le mura amiche per Cusmano e compagni. A voler rafforzare il dato anche il fatto che la compagine gialloblu ha registrato nel complesso una sola sconfitta, rimediata alla seconda di Serie A2 in casa della big Roma Vis Nova. Un percorso nell’anno solare entusiasmante, dunque, quello dei ragazzi allenati da Naccari, che anche per questa nuova esperienza nel campionato di A2 stanno rispettando le aspettative. I 6 punti conquistato sinora, frutto di due vittorie (Tgroup Arechi e Crotone) ed una sola sconfitta (Roma Vis Nova), hanno proiettato il CUS al centro di una classifica ancora corta. Telimar e Latina stanno rispettando i pronostici in testa al campionato a punteggio pieno; subito dietro un gruppo nutrito di squadre a 6 punti (compresi i messinesi) e poi la zona calda, con Crotone e Muri Antichi in chiusura con 0 punti all’attivo. Il colpo della settimana è dell’Arechi Salerno che, superando la Cesport Napoli, ha confermato quanto sia altamente imprevedibile questo campionato. “Stiamo rispettando la nostra tabella di marcia – analizza il momento il tecnico gialloblu Sergio Naccari – per noi sarà fondamentale accumulare più punti possibili nelle gare casalinghe e ad oggi abbiamo fatto due su due. La vittoria contro la Rari Nantes Crotone ci ha regalato 3 punti importantissimi e, anche se non siamo stati brillanti, alla fine abbiamo portato a casa il bottino pieno. In settimana abbiamo analizzato a fondo la partita di sabato scorso: sappiamo che c’è tanto da migliorare ma siamo consapevoli di avere una rosa qualitativamente competitiva che, tra l’altro, sabato si arricchirà di un ulteriore tassello di assoluto livello quale Davide Steardo. Questo a conferma che abbiamo margini di miglioramento ampissimi. Sabato troveremo una squadra che giocherà la partita della vita, obbligata a trovare a tutti i costi i primi punti in campionato. Sarà, dunque, molto difficile ma noi vogliamo provare a fare nostra la partita perché in caso di vittoria potremo lanciarci verso una classifica più ambiziosa”.

Ph:Sergio Naccari – CUS unime pallanuoto

V.R.

LASCIA UN COMMENTO