Messina 23 gennaio 2017 – Pur con qualche difficoltà il CUS Unime torna con la vittoria in tasca da Ragusa dove, con il finale di 65-61, supera le giovani e combattive atlete della Virtus Eirene, terze in graduatoria generale.
Adesso le universitarie si appresta ad affrontare gli ultimi turni della regular season continuando a guidare saldamente la classifica della Serie B.
Le padrone di casa sin dalle battute iniziali hanno dato filo da torcere alle ospiti, che hanno dovuto fare appello a tutte le proprie risorse per prevale in un imprevisto e vibrante finale di partita.
Le peloritane partono bene e si portano avanti con agilità nella prima parte della gara, nonostante le tenaci resistenze delle ragusane, portandosi anche sul +12 (25-37) alla sirena dell’intervallo lungo.
Ma al rientro dagli spogliatoi le ragazze allenate da Mara Buzzanca sono costrette a subire la
veemente reazione delle giocatrici di casa che, guidate dalle promettenti Bongiorno (classe 2000) e Stroscio (pattese del 2001), sorprendono il CUS Unime e riacciuffano il pari prima della terza sirena (49-49). Le cussine per tutto l’arco del terzo perdono completamente il filo del gioco (solo 8 punti realizzati) e solo grazie ad un’attenta difesa riescono a limitare ulteriormente i danni.
L’ultima frazione è giocata sul filo dell’equilibrio, fino a quando, sui titoli di coda Ilaria Ingrassia
spezza la resistenza delle avversarie con una tripla, un arresto e tiro ed due liberi in rapida
successione. 61 -65 il finale ed ancora un successo per le universitarie.
Martedi 24 cussine di nuovo in campo, al Palanebiolo, per il recupero della gara contro l’Ad Maiora.
Virtus Eirene Ragusa – CUS Unime: 61 -65 (16-19, 33-41, 49-49)
Virtus Eirene: Rizzica 6, Abela, Lucifora, Baglieri, Procopio, Chessari 6, Stroscio 18, Vernuccio,
Rimi 2, Caracciolo, Savatteri 6, Bongiorno 23. All. Recupido.
CUS Unime: De Cola, Rabe, Kramer 15, Natale 3, Borgia 6, Scardino, Certomà 13, Melita, Grillo 4, Raffaele 5, Ingrassia 17, Cascio 2. All. Buzzanca
Arbitri: Paternicò e Attard L.
Valeria Ruggeri

LASCIA UN COMMENTO