Messina 3 febbraio 2017 – Dopo l’ottimo avvio di campionato con due vittorie in altrettante partite giocate, gli universitari
tornano a giocare n trasferta per la terza partita del torneo di serie B, questa volta ospiti della Rari
Nantes Auditore di Crotone, sabato 4 febbraio, con inizio alle ore 14:00.
I messinesi affrontano la trasferta con la volontà di portare a casa altri tre punti e rinsaldare il
primato in classifica, in questo momento condiviso con la Polisportiva Acese. I cussini sono
galvanizzati dai bei risultati ottenuti, prima a Napoli e poi in casa propria con l’importante vittoria a
spese della Waterpolo Catania, ma sono anche pronti a non sottovalutare l’insidiosa squadra
crotonese. La neo promossa RN Auditore, infatti, vanta una rosa ampiamente rafforzata da ottimi
innesti, quali l’ungherese Karacsonyi, Spadafora ed il grande ex Marco Trocciola, per diverse
stagioni in riva allo Stretto.
Tiene la guardia alta l’allenatore del CUS Unime, Sergio Naccari, che teme particolarmente la sfida:
“Questa è una partita da affrontare con molta attenzione, non solo per il valore dei nostri avversari,
ma anche per l’ambiente caldo che di solito accompagna i locali. è chiaro che siamo consapevoli
della nostra forza e metteremo in acqua tutta la nostra esperienza e determinazione per portare a
casa l’intera posta in palio. Una vittoria, infatti, ci permetterebbe di continuare con serenità la nostra
corsa per i primi due posti della classifica. La squadra, come previsto, cresce di partita in partita:
siamo ancora al 70%, ma non posso certamente chiedere di più ad un gruppo che si è riunito nella
sua interezza solamente venti giorni fa”.
Uno tra gli uomini determinanti di questo avvio di stagione è stato l’esperto centroboa Maurizio
Blandino: “Queste prime giornate di campionato hanno confermato il valore di questa squadra.
Siamo molto competitivi, coperti in tutti i ruoli e con una panchina abbastanza lunga e completa.
Siamo tutti fortemente determinati e lo abbiamo già dimostrato in queste prime due partite, prima a
Napoli, dove non è mai semplice giocare, e soprattutto sabato scorso contro la Waterpolo Catania,
squadra giovane e grintosa che darà del filo da torcere a tutti, e per noi la vittoria ottenuta è stata
già una bella dimostrazione di forza. È chiaro che ancora non siamo al top: dobbiamo amalgamarci
al meglio e rodare alla perfezione tutti i meccanismi; ma miglioriamo giorno dopo giorno allenandoci
duramente e partiamo da un bel punto fermo che è la nostra difesa: abbiamo subito pochi gol in
entrambe le partite giocate, a dimostrazione della solidità del gruppo. Sabato ci aspetta un incontro
complicato: Crotone lo abbiamo già affrontato e battuto nel precampionato, ma gli impegni ufficiali
hanno sempre una storia diversa. La piscina è coperta dal pallone e quindi anche a livello sonoro
non sarà facile comunicare, con il pubblico calabrese, inoltre, sempre molto caldo. Gli avversari, dal
canto loro, ci attenderanno con il coltello tra i denti: abbiamo già dimostrato che siamo la squadra
da battere e tutti gli avversari con noi vorranno fare la partita della vita per strapparci i tre punti.
Dovremmo essere bravi noi a dimostrare con i fatti di essere i protagonisti di questo torneo; un
campionato che ancora si presenta molto equilibrato e sicuramente nasconderà tante insidie
durante il suo lungo percorso, con alcune squadre che ancora, per quel che credo, non sono
riuscite a dimostrare in pieno il loro valore”.
Valeria Ruggeri

LASCIA UN COMMENTO