Messina 13 febbraio 2017 – Battuta d’arresto casalinga per il CUS Unime, superato alla cittadella sportiva universitaria per 3-0
dalla Nigithor Volley Santo Stefano nell’incontro valido come seconda giornata del girone di ritorno
del campionato di serie C.
Le padrone di casa approcciano bene l’incontro, scendendo in campo con la giusta determinazione
e riuscendo a costruire un discreto vantaggio che riescono a mantenere sino alla metà del primo set.
Quando, però, l’incontro sembra volgere in favore delle universitarie, le ospiti rialzano la testa e,
tramite una buona battuta, riescono ad annullare lo svantaggio e portarsi avanti nel punteggio, fino
a conquistare il primo parziale di gioco con un 25-21 finale.
Demotivate dall’andamento del primo set, nel secondo gioco le ragazze allenate da mister Leandri
appaiono poco concentrate e senza la necessaria determinazione. Hanno gioco facile le ospiti che,
in questo modo, passeggiano fino al 25-8 finale.
Nel terzo set ritorna l’equilibrio in campo: il CUS Unime cancella il black-out del secondo parziale e
ritorna ed esprimersi con la necessaria convinzione; gli scambi si fanno più lunghi e le due squadre
procedono punto a punto sino alla metà del periodo di gioco. Proprio quando sembra che la partita
possa riaprirsi, però, arriva un nuovo calo di concentrazione delle universitarie che perdono incisività
in attacco e compromettono definitivamente anche il terzo set, che termina con il finale di 25-17 in
favore della squadra di Santo Stefano.
CUS Unime – Nigithor Volley Santo Stefano: 0-3 (21 -25, 8-25, 17-25)
CUS Unime: D’Arrigo, Migale, Venuto (K), Arena, Giuffrida, Raccuia, Currò (L1); Bonanno (L2),
Sgambati, Chiofalo. All. Leandri
Nigithor Volley: Pipitone (K), Prinzivalli, Giordano, Loria, Mercanti (L), Atria, Gomes Dos Santos,
Todaro, Proto, Vaiana. All. Vicari
Arbitri: Chiarenza e Patanè
V.R.

LASCIA UN COMMENTO