Messina 21 febbraio 2017 – Non si ferma il CUS Unime che, al PalaNebiolo, supera le resistenze della Virtus Eirene di Ragusa
con il finale di 58-43 e continua la corsa per assicurarsi la migliore posizione nella griglia dei
playoff. Come nella prima fase del campionato, anche in questo momento sarà decisivo lo scontro
con la Rainbow Catania, in programma tra due settimana per l’ultima giornata della fase ad
orologio.
Avvio un po’ sotto tono per le universitarie, costrette a rincorrere nella prima frazione le ospiti che
impattano con maggiore determinazione il match. Il + 5 della formazione ragusana alla prima sirena
(9-14), diventa anche +8 nel secondo quarto (14-22). A questo punto, però, le allenate da Mara
Buzzanca reagiscono con decisione e con la zona piazzano un letale 16-1 di parziale che no lascia
scampo alle avversarie (30-23 all’intervallo lungo). Ed il passivo in sfavore delle ospiti continua ad
aumentare anche nella terza frazione di gioco, con le cussine che giocano in scioltezza guidate dai
canestri di Kramer (16 punti a fine incontro) ed Ingrassia (15 punti), mentre dietro si stringono in
maniera decisa le maglie difensive. A risultato praticamente acquisito (49-33 alla terza sirena), il
quarto periodo serve ad entrambe le formazioni per dare spazio a tutte le giocatrici, con la
ragusana Kouznetsova che può aggiungere esperienza alle se giovani promesse.
CUS Unime – Polisportiva Virtus Eirene 58-43 (9-14, 30-23, 49-33)
CUS Unime: De Cola, Kramer 16, Natale, Borgia 4, Scardino 2, Zagami, Certomà 9, Grillo 7,
Raffaele 3, Melita G., Ingrassia 15, Cascio 2. All. Buzzanca
Pol. Virtus Eirene: Rizzica 2, Abela 10, Lucifora, Baglieri 4, Procopio 1, Chessari 4, Stroscio 6,
Vernucci, Rimi 2, Savatteri 2, Bongiorno 12. All. Kouznetsova
Arbitri: Calandra e Fava di Palermo
V.R.

LASCIA UN COMMENTO