Messina – Per la decima di Serie A2 il CUS Unime, dopo due turni lontano da casa, torna in acqua alla Cittadella Sportiva Universitaria dove domani, con inizio alle ore 15.00, ospiterà i napoletani della Cesport per la penultima del girone di andata di Serie A2, un incontro che ancora una volta si prospetta insidioso e spettacolare.

Un match chiave per la formazione universitaria che, vincendo, allontanerebbe proprio i napoletani (attualmente in quartultima posizione nella graduatoria generale) a ben 11 punti di distanza, un margine di distanza quanto mai rassicurante per i gialloblù alla vigilia dell’ultima del girone d’andata. I tre punti, inoltre, rinvigorirebbe le ambizioni dei cussini che, nel caso della concomitante vittoria del Latina in casa contro Pescara, scavalcherebbero proprio gli abruzzesi ed eventualmente potrebbero affiancare la Roma Vis Nova, impegnata nella difficile trasferta contro la capolista Salerno.

Il risultato dell’incontro di domani, però, é tutt’altro che scontato. I 7 punti in classifica della formazione napoletana non devono ingannare perché si tratta di un ottimo collettivo composto da tanti giocatori di grande livello. La Cesport, inoltre, è in grandissima ripresa, come conferma la vittoria a sorpresa nell’ultimo turno contro il Telimar.

Pochi calcoli, dunque, e massima attenzione agli avversari, come sottolinea il tecnico universitario Sergio Naccari: “Siamo pronti per questo ennesimo banco di prova. La squadra migliora di partita in partita: pur nelle sconfitte ho visto una crescita costante dei ragazzi e finalmente abbiamo raccolto quanto meritato. Ritengo che la partita di domani sia un crocevia del nostro campionato perché vincendo ci staccheremo di tanto dalla zona calda e potremmo, perché no, proiettarci verso una classifica che guardi in alto. L’attuale posizione in graduatoria generale della Cesport non rispecchia il reale valore del collettivo napoletano, dotato di grandissimi giocatori quali mancino Di Costanzo (campione con centinaia di presenze in Nazionale), Buonocore (anch’egli con un passato ricco di presenze nel Settebello e fino alla scorsa stagione alla sua ennesima presenza in Serie A, e poi ancora Turiello, Simonetti e Famiano, in grado di fare la differenza in qualsiasi momento. Per noi, insomma, sarà una vera e propria prova di maturità, proprio per questo motivo ci aspettiamo anche domani il solito importantissimo apporto del nostro pubblico”.

Valeria Ruggeri

LASCIA UN COMMENTO