Messina – Davanti ad una bellissima cornice di pubblico il CUS Unime torna alla vittoria casalinga e lo fa con autorità, conducendo dall’inizio alla fine un incontro chiave per il prosieguo del percorso in questo campionato di A2. Alla cittadella sportiva universitaria, per il penultimo turno di andata, il finale recita 11-7 in favore dei messinesi contro la Cesport di Napoli, una diretta concorrente per la salvezza che adesso gli universitari hanno staccato di ben 11 lunghezze, un margine di sicurezza molto importante in vista di un girone di ritorno che, certamente, non nasconderà tante sorprese.

I gialloblù hanno il merito di mettere al sicuro la vittoria già nel primo quarto (5-2) per poi condurre con determinazione e sicurezza sino alla sirena finale. Sugli scudi Steardo, autore di 4 reti e top scorer del match. Ma in generale ottima prova di tutto il collettivo universitario (a segno con ben 7 uomini) che riesce a trovare la vittoria in casa ed a valorizzare ancora di più l’expolit di sette giorni addietro in casa del Latina. Tre punti che, inoltre, grazie ai concomitanti risultati di giornata aggregano i messinesi al gruppetto delle big insieme al Pescara (che ferma sul pari a domicilio il Latina) ed alla Roma Vis Nova (sconfitta a Salerno dalla capolista), subito dietro la Roma 2007 Aralia ed il Latina a quota 19 lunghezze.

Parte bene la squadra ospite che passa in vantaggio con Buonocore. Sarà l’unica volta, però, che da qui sino alla fine i napoletani metteranno la testa avanti perché la reazione dei padroni di casa è tanto decisa quanto profittevole. Pochi secondi dopo il gol ospite Ambrosini pareggia, seguito a strettissimo giro da Steardo e meno di un minuto dopo da Provenzale. Passa ancora poco e di nuovo Steardo completa il poker che tramortisce gli ospiti ed indirizza la partita sui binari giusti per i messinesi. Ancora Buonocore cerca di tenere a galla i suoi ma un incontenibile Provenzale riporta i gialloblu sul +3 ad 1 minuto dal rimo intervallo (5-2). La partita appare profondamente segnata sia nel risultato che nel gioco. Gli universitari, forti del largo vantaggio, conducono con determinazione e sicurezza riuscendo a contenere la reazione ospite. Di Costanza avvicina la Cesport ma prima del cambio vasca un incontenibile Steardo ristabilisce le distanze (6-3).

E lo spartito non cambia neanche nella sella seconda metà di gara. Russo segna il gol del momentaneo massimo vantaggio dei padroni di casa subito dopo la ripresa delle ostilità. Poi botta e risposta tra le due formazioni: prima Savaiano accorcia, poi Parisi allunga ed infine, a 4 secondi dalla terza sirena, Cerchiara riporta i suoi sul -3 (8-5). Nell’ultima frazione solito ping pong di reti (Condemi, Parrella P., Saviano e Sacco) prima che Steardo scriva i titoli di coda sull’incontro e chiuda sul risultato finale di 11-7.

Cus Unime – Cesport Italia: 11-7 (5-2, 1-1, 2-2, 3-2)

Cus Unime: Spampinato, Russo 1, Maiolino, Steardo 4, Provenzale 2, Condemi 1, Giacoppo, Ambrosini 1, Sacco 1, Klikovac, Parisi 1, Spizzica.

Cesport Italia: Turiello, Buonocore 2, Di Costanzo 1, Parrella, Iodice, Cerchiara 1, Simonetta, Cocione, Saviano 2, Femiano, Parrella P. 1, D’Antonio, Bouchè.

V.R.

LASCIA UN COMMENTO