Siracusa – Potenza: Brezza, Dettori(63′ Bacio), Sepe, Coccia(90′,Panico) Piccinni, Giosa, Sales, Genchi(63′ Matera), Ricci(67′ Longo), Emerson, Lescano(90′ Paudice)

A disposizione: Mazzoleni, Panico, Casillo F, Matera, Casillo G, Di Modugno, Bacio, Longo, Paudice

All’ Raffaele

Siracusa: Crispino, Fricano Gio(46′ Russini) Del Col, Palermo, Vazquez,(76′ Talamo) Catania, Daffara(76′ Boncaldo), Di Sabatino, Bertolo, Bruno, Souare(,76′ Cognigni)

A disposizione: D’ Alessandro, Boncaldo, Ott Vale, Talamo, Cognigni, Fricano Già, Tiscione, Mustacciolo, Rizzo, Russini, Lombardo

Allenatore Raciti

Arbitro: Panettella di Bari

Ammoniti:Genchi al 36′, Vazquez al 50′, 68′ Catania, 87′ Sales

Angoli: 4-1

Reti: 35′ Ricci, 69′ Emerson

Il Siracusa esce battuto dal Viviani. A Potenza finisce 2-0 per i lucani

Senza Turati, Parisi e con Tiscione in panchina, Raciti opta per il 4-4-2 con Catania e Vazquez in avanti. Primo tiro in porta al 6′ quello di Genchi, bloccato da Crispino. Strepitoso Crispino al 14′ sulla conclusione dalla distanza di Piccinni. Al 22′ traversone di Palermo e Souare di testa sfiora il palo. Al 35′ Potenza in vantaggio grazie a Ricci che di destro, appena fuori area, beffa Crispino. Si va negli spogliatoi con i lucani in vantaggio.

Nella ripresa sostituzione nel Siracusa, dentro Russini per Fricano. La squadra di Raciti guadagna terreno e costringe i locali alla difensiva. Il Potenza sfrutta le palle inattive, al 69′ arriva il raddoppio su punizione di Emerson

Il commento dell’ allenatore del Siracusa Ezio Raciti dopo la gara

“Abbiamo fatto fatica a prendere il ritmo, pensavamo che il Potenza calasse di intensità per cercare di ripartire. Sino al gol eravamo stati più pericolosi con Souare, loro solo con Piccinni dalla distanza. L’ errore nel primo gol ci ha penalizzato, nel secondo tempo abbiamo fatto meglio, ma la punizione di Emerson ci ha messo ko. Viterbese e Rieti sono due gare importanti per determinare il percorso del Siracusa. Li affronteremo nel modo migliore. Fino alla fine ci sarà da lottare, non ci arrenderemo il Siracusa è vivo”

LASCIA UN COMMENTO