Messina –

Rialza subito la testa il Cus Unime che, dopo l’opaca prestazione di giovedì scorso contro la Torgylos Priolo supera con una prestazione superlativa la capolista Alma Patti. Al PalaNebiolo prestazione perfetta delle ragazze allenate da Coach Zanghì che, coni tre punti conquistati, ad una giornata dalla fine della regular season si assicurano la quinta piazza in graduatoria. Adesso l’attenzione si sposta sull’Eirene Ragusa, in attesa di sapere se la squadra ragusana, che ha la prima squadra in A1 e non può essere promossa in A2, sarà ammessa ai play off. In caso contrario le universitarie sarebbero ripescate per la seconda fase e, in un’annata tribolata, raggiungerebbero l’obiettivo minimo.

Anche domenica la partita non è stata delle più semplici, con l’ennesimo infortunio (stavolta di Elisabetta Scardino) che ha complicato da subito la gara delle padrone di casa, che nei primi due quarti hanno dovuto inseguire le avversarie, senza però mai mollare (31-35 al 20’). Al rientro dagli spogliatoi il Cus acquisisce fiducia nei propri mezzi, portandosi in vantaggio (42-38 al 23’) fino a ridosso della terza sirena, quando la cecchina Lombardo con tre liberi ridava il minimo scarto a favore delle ospiti (54-55). Nell’ultima frazione però il Cus lancia il cuore oltre l’ostacolo e nel finale, con le triple di Ingrassia, Polizzi e Certomà, ottiene una meritata quanto prestigiosa vittoria.  

   

Cus Unime – Alma Patti   79-73   (13-18, 31-35, 54-55)

 

Cus: Boncompagni 7, Scordino 15, Pellicanò 3, Natale 9, Scardino, Certomà 22, Polizzi 4, Neilande 6, Grillo 2, Ingrassia G., Ingrassia I. 11. All. Zanghì.

Alma: Tumeo, Lombardo 24, Coppolino 7, Cangemi 2, Merrina, Ferreyra 2, Sciammetta, Romeo 3, Kramer 16, Guerrera, D’Avanzo 11, Herrera 8. All. Buzzanca.

 

Arbitri: Micalizzi e Di Bella.

 

V.R.

LASCIA UN COMMENTO