Enna – In vista dell’imminente transito in provincia di Enna della 3a tappa della gara ciclistica del Giro di Sicilia – prevista per la tarda mattinata del 5 aprile – si sono svolte presso la Prefettura diverse riunioni del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica estese ai rappresentanti degli Enti e delle Amministrazioni a vario titolo coinvolte – cui hanno fatto seguito apposite riunioni tecniche presso la locale Questura – per approntare tutte le misure necessarie a garantire che la competizione si svolga in una cornice di sicurezza sia per i partecipanti che per gli spettatori.

Alle riunioni hanno partecipato – oltre ai vertici delle Forze di polizia, dei Vigili del fuoco e del Corpo Forestale – i Sindaci di Enna e Piazza Armerina, il Commissario straordinario del Libero Consorzio, i rappresentanti dell’Anas, dell’Asp, del 118.

A seguito di quanto concordato e dopo appositi sopralluoghi tecnici, sarà potenziato il dispositivo a tutela dell’ordine e sicurezza pubblica e di soccorso, anche con la presenza di volontari di protezione civile.

È, altresì, prevista la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, la sospensione della circolazione in alcuni tratti stradali extraurbani nonché la modifica della viabilità nelle strade comunali interessate dalla gara.

L’interdizione al transito veicolare avrà inizio circa due ore prima del passaggio dei concorrenti e si protrarrà per la durata necessaria al passaggio dei medesimi, per concludersi 15 minuti dopo il passaggio del veicolo recante il cartello mobile di “fine gara ciclistica”.

LASCIA UN COMMENTO