Siracusa – Siracusa: Crispino, Fricano, Parisi(14’Souare) Turati, Palermo, Vazquez(69′ Di Sabatino), Catania(81′ Talamo) Daffara, Bertolo, Bruno, Russini(81′ Tiscione)

A disposizione: D’ Alessandro, Boncaldo, Del Col, Talamo, Di Sabatino, Cognigni, Tiscione, Mustacciolo, Tuninetti, Lombardo, Souare

All: Raciti

Catanzaro: Furlan, Ciccone(59′ Maita), Celiento, D’ Ursi( 59′ Nicoletti), Iuliano(59′ Bianchimano) Statella(78′ Eklu) Favalli, Riggio(51′ Casoli), De Risio, Fischnaller, Figliomeni

A disposizione: Elezaj, Pambianchi, Maita, Nicoletti, Bianchimano, Giannone, Signorini, Eklu, Lame, Mittica, Casoli, Cristiano

All’ Auteri

Arbitro : Acanfora di C. di Stabia

Angoli:4-5

Ammoniti: Casoli al 60′, 65′ Turati e Fricano

Espulso: 67′ Daffara 

Reti: 46′ Vazquez

Spettatori: 2275

Vittoria e salvezza. Il Siracusa con un super Crispino piega il Catanzaro e mantiene la categoria.

Per l’ ultima in casa Raciti non può disporre di Ott Vale, squalificato, al suo posto Fricano. 

Partita piacevole sin dalle prime battute e la prima conclusione è di Ciccone al 7′, di poco alta.Al 8′ replica azzurra un tiro di Parisi viene deviato in angolo. Tiro velenoso di Iuliano al 9′, bravo Crispino a deviare. Problemi muscolari per Parisi, al 14′ dentro Souare. Al 20′ altra conclusione dalla distanza di Fischnaller. Al 33′ Ciccone si guadagna un calcio di punizione da posizione pericolosa: blocca Crispino. Un minuto dopo bello scambio Catania- Vazquez, siluro dell’ argentino alto. Al 38′ altro tiro da fuori di Iuliano, Crispino risponde in due tempi. Ci prova Daffara al 44′, conclusione abbondantemente alta. 

In pieno recupero Siracusa in vantaggio: cross di Souare e Vazquez di testa sigla l’ ottavo gol in campionato.

Nella ripresa con i calabresi sbilanciati in avanti, gli azzurri cercano di sfruttare gli spazi. Al 57′ cross di Russini si salva in extremis il Catanzaro, poi lo stesso numero 26 costringe Furlan alla deviazione. 

Al 64′ fallo di Fricano su Fischnaller in area calcio di rigore parato da Crispino. Al 67 altro calcio di rigore, fallo di Daffara da ultimo uomo che viene espulso. Crispino si ripete e dice no a Bianchimano. Al 70′ ancora Crispino strepitoso su Fischnaller. Malgrado l’ inferiorità numerica e i sei minuti di recupero, gli azzurri resistono e possono festeggiare.

Ezio Raciti, Allenatore Siracusa

Dedico la salvezza ai ragazzi che sono stati encomiabili, un grande girone di ritorno con vittorie pesanti. Oggi è stata una grande vittoria contro una delle squadre più forti del campionato. Il successo e la salvezza sono meritati. Voglio spendere una parola per Fricano, anima della squadra. Partita elettrizzante con due rigori parati, Crispino aveva esordito bene con il Catania, ha chiuso alla grande. Non è tempo di bilanci, godiamoci la salvezza. Condividi questa salvezza con presidente e Ds. Orgoglioso dei complimenti ricevuti da Paolo Lombardo.

Diamante Crispino, portiere del Siracusa 

Due rigori parati in cinque minuti è qualcosa di straordinario, nel primo ho utilizzato l’intuito, nel secondo ho aspettato sino alla fine. Futuro? Mi godo questa bellissima salvezza. Poi vedremo.

LASCIA UN COMMENTO