Cittadinanza onoraria di Majda Zun ed evento sportivo
Consegnate le chiavi di Majda Zun al contingente italiano

 

Progetto del contingente italiano della missione in Libano UNIFIL per realizzare un campo di calcio a Majda Zun

 

Libano Il Contingente Italiano della missione in Libano UNIFIL, attualmente su base Brigata Aosta, ha inaugurato un progetto per la realizzazione del campo di calcio della Municipalità di Majda Zun, cittadina nel cuore dell’area di responsabilità affidata all’Italia.

L’opera è stata portata a termine con fondi nazionali nell’ambito dei progetti di Cooperazione Civile e Militare (CIMIC) del contingente italiano, coordinati dal personale del Multinational CIMIC Group di Motta di Livenza.

Il progetto, che si aggiunge alle altre molteplici attività a supporto della popolazione del Paese dei Cedri, ha favorito la stabilizzazione e il consolidamento dei rapporti con la comunità di Majda Zun.

L’iniziativa è stata svolta dai militari italiani in aderenza al mandato conferito dalla Risoluzione 1701/2006 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

A margine della cerimonia di inaugurazione, il sindaco della città libanese, Salman Salman, ha espresso il proprio sentito ringraziamento al contingente italiano della missione in Libano UNIFIL.

In questa circostanza, a sugellare la rinnovata amicizia, il sindaco Salman ha consegnato al Generale di Brigata Bruno Pisciotta,  comandante del contingente, consegnando le chiavi di Majda Zun.

La Cooperazione Civile e Militare, meglio nota con l’acronimo CIMIC, in quanto funzione operativa a supporto del contingente, svolge un importante interazione a stretto contatto con la componente civile della popolazione locale e con tutte le organizzazioni non militari comunque coinvolte nelle scelte decisive a favore di una comunità.

LASCIA UN COMMENTO