Ragusa – Comincia non nel migliore dei modi il girone di ritorno per la Virtus Ragusa futsal che ieri sera al Palaminardi è stata costretta ad arrendersi al Real Grisignano che si è imposto per 2-5 (per Ragusa in gol Othmani e Alves), raggiungendo in classifica proprio le giallonere in quello che era un importante scontro diretto in chiave salvezza. La formazione ospite, che aveva ceduto i tre punti in casa nel girone d’andata, si è dimostrata più cinica e vogliosa di conquistare il risultato al cospetto delle ragusane che da parte loro sono state penalizzate dalle due assenze fondamentali di Taina che sta lavorando per smaltire un infortunio e di Pegue che ha preso una brutta botta nel corso della partita ed è stata costretta a lasciare il campo in barella. Apre le marcature Privitera per la formazione ospite a cui risponde Othmani subito dopo una gran bella discesa sulla sinistra. Grisignano che poi chiude il primo tempo sul 2-1 grazie alla rete di Ziero. Nella ripresa prima Pinto Dias poi Troiano allungano sul 4-1 prima che Alves accorci le distanze mettendo in rete un bell’assist di tacco di Rebe. Ragusa tenta il tutto per tutto con il portiere di movimento ma lascia inevitabilmente la porta sguarnita e Grisignano trova il quinto gol con Troiano che chiude definitivamente i giochi. Nel prossimo turno le giallonere se la vedranno sul campo della Florentia. “Abbiamo cercato di impostare il nostro gioco – commenta l’allenatore dei portieri, Salvo Andolina – ma loro sono state brave a sfruttare i nostri sbagli. E poi se non siamo decisi sui palloni l’avversario ci punisce. Abbiamo avuto diverse occasioni che purtroppo non abbiamo sfruttato e certamente anche gli infortuni di Taina e Pegue sono stati importanti. Speriamo di rifarci presto a Firenze con la Florentia. La prestazione di Nagy? Era tornata da pochissimo dalla nazionale ed ha fatto la sua partita come sempre. Purtroppo non è bastato”.  

LASCIA UN COMMENTO