Messina – Manca l’appuntamento con la vittoria il CUS Unime che a Napoli contro la Cesport, una diretta concorrente per la salvezza, va vicinissimo alla conquista dei 3 punti ma poi si arrende ad una bella reazione d’orgoglio della squadra di casa. Il finale di 12-11 è il risultato di un match tiratissimo dall’inizio sino alla sirena finale. I messinesi, in acqua senza Cusmano, sono protagonisti di una bellissima prima parte di gara: si mettono subito avanti e conducono con grande autorità. La seconda parte del match, invece, è tutta di marca Cesport che prima si avvicina ai messinesi alla fine del terzo parziale poi, nell’ultimo tempo, ribalta il risultato fino alla sorprendente vittoria finale. 

Partono subito forte gli ospiti che, dopo il momentaneo vantaggio dei napoletani con Simonetti in superiorità, piazzano un pesante poker in rapida successione che porta il CUS a +3 (Geloso, due volte Eskert e Vittorioso. Simonetti sul fil di sirena accorcia le distanze per i suoi ma ancora una volta ad inizio della seconda frazione i cussini vanno a segno due volte e ricacciano indietro i padroni di casa (in gol Paratore e Vittorioso per il momentaneo 6-2 gialloblu). La partita sembra indirizzarsi in discesa per i ragazzi allenati da Mister Naccari ma l napoletani hanno una bella reazione d’orgoglio: prima con Mattiello (due volte) poi Simonetti rispondono alla nuova rete di Eskert (oggi in giornata di grazia) e vanno al cambio vasca sotto die 2 (7-5 per Messina). L’equilibrio sostanziale mantenuto anche ad inizio della terza frazione (ad Eskert risponde Femiano prima della nuova rete CUS con Giacoppo) sembra però interrompersi improvvisamente a metà parziale, quando i napoletani nel giro di pochissimo piazzano un break che porta la partita in parità (Mattiello, Femiano e Kostiuchenkov). Tutto da rifare, quindi, per Vittorioso e compagni ma a 2 secondi dalla terza sirena Andrè fa rimettere la testa avanti ai suoi (10-9). Nell’ultimo quarto succede di tutto, complici anche alcuni fischi arbitrali controversi e discutibili che fanno discutere molto la panchina cussina. La partita è vivissima e le due squadre ribattono colpo su colpo. A metà gara Eskert sigla il +2 che sembrerebbe chiudere definitivamente i conti ma prima Simonetti su rigore e poi Femiano ribaltano il risultato e regalano la prima vittoria della stagione alla Cesport. 

Cesport – CUS Unime: 12-11 (2-4, 3-3, 4-3, 3-1)
Cesport: Cappuccio, Kostiuchenkov 1, Mattiello 4, Polichetti, Bouchè, Ragosta, Simonetti 4, Barberisi, Esposito, Femiano 3, Centanni, D’Antonio, Carrella.

CUS Unime: Spampinato, D’Angelo, Eskert 5, Runza, Giacoppo 1, Geloso 1, Vittorioso 2, Andrè 1, Paratore 1, Di Caro, Lagonigro, Mariani.

Arbitri: Baretta e Paoletti

LASCIA UN COMMENTO