Messina – Vittoria doveva essere e vittoria è stata, arrivata contro un avversario di grande spessore e con una grande dimostrazione di gioco, grinta e carattere da parte di tutto il team cussino. Il finale recita 14-11 del CUS Unime contro la Roma Vis Nova. Un risultato arrivato al termine di una partita giocata dal primo all’ultimo minuto con autorità dalla squadra di casa, capace di piazzare tra secondo e terzo parziale due break decisivi per la vittoria contro la quarta forza del torneo, una Vis Nova che ha dimostrato già in altre occasioni di poter vincere sul qualsiasi campo. Eppure una grandissima prova del collettivo allenato da Naccari ha riportato tre punti che mancavano da diverse giornate e che adesso danno morale al team gialloblu. Eskert scatenato con 5 reti ma nel complesso gira bene tutta la squadra, sospinta ancora una volta da un pubblico incredibile che non ha smesso di incitare la squadra per tutto l’arco della gara. 

Parte subito bene il CUS che a meno di un minuto dalla prima palla a due si porta subito avanti e viene raggiunto per ben due volte sul pari dagli ospiti (a Geloso risponde Ferraro mentre al nuovo vantaggio di Eskert risponde Iocchi Gratta). Sul finire del primo parziale, però, è uno scatenato Vittorioso a mettere il turbo: prima della sirena sigla il momentaneo vantaggio messinese (pareggio di Roma ad inizio del secondo parziale con Carrozza) poi e segna 2 di fila e da il là ad un importantissimo break di 4-0 che scava un solco importante con gli avversari: alla doppietta del “Gladiatore” seguono le due marcature in rapida successione griffate da Eskert e Cusmano, per il 7-3 che manda in estasi in rumorosissimo pubblico di casa. Dopo diversi minuto di digiuno tocca a Serio dare la scossa ai suoi e siglare la rete del momentaneo -3 prima del cambio vasca, seguito da Padovano ad inizio della terza frazione. Oggi, però, il CUS gira che è una meraviglia ed allora un altro break pesantissimo di 4-0 (Geloso, due volte Eskert e Andrè) ricaccia lontano gli avversari e regala ai padroni di casa il massimo vantaggio (11-6). Prima della terza sirena la rete di Padovano da il là ad una mini rimonta ospite, con due reti in rapida successione ad inizio dell’ultima frazione (Bernoni e Cupic) che portano i romani sul -3. È un ultimo parziale di gioco spettacolare: botta e risposta continuo da entrambi i lati, con tanta carica agonistica in acqua ed un vero e proprio festival del gol. Un Eskert in giornata di grazia (5 reti per lui) interrompe il break della Vis, seguito da Paratore con la rete del nuovo +5 gialloblu. Gli ospiti non mollano e accorciano sul momentaneo 10-13 (doppietta di Iocchi Gratta su rigore). Ancora una volta De vena tenta la rimonta rispondendo a Cusmano ma alla fine i messinesi riescono a custodire con determinazione il vantaggio e portare a casa tre punti importanti tra gli applausi scostanti dei tantissimi supporter in tribuna. Una vittoria tanto meritata quanto importante che ridà morale e punti alla squadra universitaria.  

CUS Unime – Roma Vis Nova:  14-11 (3-2, 4-2, 4-2, 3-5)

CUS Unime: Spampinato, Rappazzo, Eskert 5, Runza, Giacoppo, Geloso 2, Cusmano 2, Vittorioso 3, Andrè 1, Paratore 1, Di caro, Lagonigro, Di Mauro.  

Roma Vis Nova: Bonito, Iocchi Gratta 3, Padovano 2, Ferraro 1, Carrozza 1, Agnolet, Poli, Cupic 1, Parisi, De Vena 1, Serio 1, Bernoni 1

LASCIA UN COMMENTO